FAR - Formazione Aperta in Rete     

UniversitÓ degli studi di Torino

 

Modulo di usabilitÓ delle interfacce e dei siti web

   | homeavanti | indietro |


CompatibilitÓ uomo-computer

 

L'usabilitÓ dell'interfaccia (prodotto software) non dipende, in generale, dal computer ma dalla compatibilitÓ che si costruisce tra questi due soggetti.

 

Infatti la compatibilitÓ cognitiva uomo-computer (e quindi uomo-interfaccia) deve rispettare tre regole:

  • un'interfaccia deve essere fisicamente compatibile con la morfologia e le caratteristiche della percezione e dell'azione umana; tutto ci˛ che passa attraverso i nostri sensi pi¨ coinvolti (vista, tatto, udito), cioŔ dalla dimensione dei caratteri, dal colore, dallo scorrimento del testo, dai tempi di risposta ad un comando, oltre alla collocazione spaziale della stazione di lavoro.

  • un'interfaccia deve anche essere compatibile con le caratteristiche della comunicazione, della memoria e del modo umano di risolvere i problemi; con l'interfaccia si ha spesso una specie di comunicazione interpersonale, umanizzata, che necessita di interazione e ridondanza, la memoria interessa sia la modalitÓ a breve e a lungo termine, e infine, gli esseri umani risolvono i problemi attraverso tante strategie e quella di prova ed errore Ŕ, in questo caso, molto usata.

  • un'interfaccia deve agire in preciso contesto; questa puntualizzazione consente di restringere e delimitare l'area di applicazione dell'usabilitÓ. 

 

argomenti correlati

 

Paradigma della facilitÓ d'uso: il legame tra abilitÓ dell'utente e complessitÓ d'uso dell'interfaccia.

 

Corso di interazione uomo-macchina: materiale scaricabile.

 

sommario

Introduzione

Definizione minimalista

Interfacce software

CompatibilitÓ uomo-computer

Le norme ISO

Nielsen e le sue 10 euristiche

Requisiti emergenti del web

Valutazione dell'usabilitÓ