I diritti d'autore

 

Nulla desta più invidia delle opere altrui frutto di creatività e ingegno, da sempre ammirate e copiate. Va da sé che se da un punto di vista della debolezza umana ciò è comprensibile, non è d'altro canto ammissibile il "furto" e la rivendita, a scapito degli autori, di opere originali

La legge sul diritto d'autore ( la n. 633 del 1941) recentemente modificata, tutela le opere originali nei seguenti ambiti: letteratura, musica, arti figurative, architettura, teatro e cinema.

L'obiettivo che si propone la legge è quello di proteggere la forma e l'espressione delle idee, non le idee in quanto tali.

Nella versione aggiornata della legge in vigore dal 19 settembre 2000 ( legge n.248), sono state previsti importanti modifiche riguardanti la tutela legale del software.

Per salvaguardare le opere ancora in "bozza" è possibile usufruire di un "deposito" dell'idea o dell'opera inedita presso la SIAE (Società Italiana Autori e Editori)